Prospettive emotive attraverso gli occhi mostra fotografica

Pubblicato il 28 aprile 2022 • Arte , Fotografia

Apre il 30 aprile la mostra fotografica a Murlo, presso il Museo Etrusco di Murlo, per valorizzare e raccontare la cultura sorda. La mostra seguirà un doppio binario: da un lato, infatti, saranno esposti gli scatti vincitori del concorso indetto da Fondazione Musei Senesi  intitolato “Sguardi sordi: panorama in Lingua dei Segni – Deaf Eyes: Landscaping Sign Language”. Dall’altro, invece, sarà possibile ammirare la mostra personale del fotografo di calibro internazionale Daniele le Rose, all’interno del suggestivo percorso “Prospettive emotive attraverso gli occhi – Emotional Perspective Through The Eyes”.

L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto Erasmus+ “Deaf Museums”, a cui FMS partecipa dal 2020, dedicato proprio alla cultura sorda.

 

La mostra fotografica di Daniele le Rose

In foto uno scatto del fotografo Daniele Le Rose

Le opere saranno esposte dal 30 aprile al 9 ottobre 2022. Sarà l’occasione per accostarsi alla cultura sorda grazie alle opere di Daniele le Rose. Daniele è, infatti, uno dei professionisti più affermati nel suo campo. A seguito di numerose esperienze tra l’Italia e gli Stati Uniti, ha fondato la “DeafMedia” per incoraggiare e promuovere l’attività cinematografica per persone Sorde. Ha anche all’attivo collaborazioni con diverse organizzazioni: l’Ente Nazionale Sordi – ENS per il multimedia, la Mason Perkins Deafness Fund Association per il materiale multimediale didattico e l’Associazione Nazionale Sordi Austriaci per la produzione di video educativi ed informativi.

Il fotografo, che attualmente vive a Vienna, ha accettato di esporre a Murlo le proprie opere.

Avendo uno sviluppato senso della vista, credo che la fotografia sia uno strumento prezioso per vedere il mondo

I suoi scatti, potenti ed emotivi, uniscono bravura tecnica, sensibilità e un certo gusto per le linee e la costruzione dell’immagine. Il focus, ovviamente, è sulla cultura sorda e la sua espressione.  “Un elemento per me importante”, racconta Daniele, “è catturare la Lingua dei Segni in movimento. In questa mostra – Prospettive emotive attraverso gli occhi – ad esempio, c’è una foto in cui una persona dice: “Stop” in Lingua dei Segni. I suoi occhi sono perfettamente allineati con le sue mani creando un mix perfetto tra componenti lineari e non lineari generando così una visione più ampia. Incorporare questi elementi aiuta a proiettare lo sguardo verso specifiche parti della fotografia che raccontano una storia spesso a prima vista nascosta”.

Nei suoi scatti in bianco e nero, Daniele combina composizioni lineari a curve e contrasti nell’esposizione. L’obiettivo diventa quindi un mezzo per cercare l’invisibile in scene ordinarie, innescando nell’osservatore una relazione rispetto alle proprie esperienze personali.

 

 Sguardi sordi: panorama in Lingua dei Segni

La seconda anima della mostra a Murlo è l’esposizione degli scatti dei sette fotografi e fotoamatori sordi selezionati per raccontare come la sordità muova la loro espressione artistica.

Per chi ha uno sviluppato senso della vista, infatti, la fotografia è uno strumento prezioso per leggere il mondo. Quale è, allora, la dimensione emotiva che muove questi scatti? Quanto influisce la sordità rispetto alla propria percezione del reale? Come l’eredità della cultura sorda viene reinterpretata attraverso l’obiettivo? A queste domande, insomma, hanno dato visivamente risposta gli artisti selezionati. L’esposizione delle loro fotografie, dunque, costituisce un contraltare alla mostra personale di Daniele Le Rose, raccontando storie parallele e, insieme, complementari.

 

ORARI E INFORMAZIONI:

Antiquarium di Poggio Civitate Museo Archeologico
Piazza della Cattedrale, 4 – 53016 Murlo
Tel: 0577 814099 oppure (+39) 3356859146
email: poggiocivitate@museisenesi.org

Orari: da martedì a domenica, 10-13.30/15-19 (anche nei giorni festivi)