BluEtrusco: dal 22 al 24 luglio si riscoprono vita e civiltà etrusca

Pubblicato il 15 luglio 2022 • Cultura , Turismo

Rievocazioni storiche, laboratori per tutte le età per scoprire e sperimentare tecniche artigianali nate in epoche lontane, percorsi di archeotrekking, conferenze e buon cibo gustando anche i sapori più antichi. L’edizione 2022 di BluEtrusco, il festival della cultura etrusca è pronta ad animare Murlo da venerdì 22 a domenica 24 luglio con una nuova formula e un programma ricco di appuntamenti per grandi e piccini pronti a conoscere da vicino e a rivivere le antiche origini del borgo. L’ingresso è gratuito per tutti gli eventi, a eccezione di “Colazione al Museo”.

“L’edizione 2022 di BluEtrusco - afferma Davide Ricci, sindaco di Murlo - nasce con una nuova formula che prevede, accanto alle conferenze storiche promosse fino allo scorso anno, la possibilità di far scoprire da vicino la vita e la cultura etrusca, a cui il nostro territorio è profondamente legato. Grazie al coinvolgimento di associazioni di rievocazione storica e alla collaborazione delle associazioni locali, visitatori di tutte le età potranno scegliere fra storia, cultura, musica, danza e buon cibo. Ringrazio tutti coloro che hanno permesso di organizzare l’evento e, in particolare, le associazioni locali che per la prima volta lavoreranno fianco a fianco”.

BluEtrusco, giunto alla settima edizione, trasformerà il borgo di Murlo in un vero e proprio villaggio etrusco, all’interno del quale i visitatori potranno osservare scene di vita quotidiana e riscoprire le attività artigianali dell’epoca grazie alle associazioni di rievocazione storica Antichi popoli, Associazione culturale Archeoworld, Herentas e Suodales. Visitatori di tutte le età potranno partecipare a laboratori didattici e sperimentali dedicati alla forgiatura, alla lavorazione della terracotta, alla produzione di profumi e unguenti e alla scrittura, mentre gli appassionati di storia e di passeggiate potranno partecipare a conferenze in compagnia di ricercatori, archeologi e studiosi, a percorsi di archeotrekking che dal Museo archeologico di Murlo raggiungeranno Poggio Civitate oppure all’iniziativa “Colazione al Museo”, con un concerto di musica da camera, colazione e visita guidata al Museo e ai magazzini. Questi, aperti in via straordinaria che conservano parte del ricco patrimonio archeologico proveniente dagli scavi di Poggio Civitate, uno degli insediamenti archeologici etruschi più importanti in Italia, come dimostra anche lo studio dell’Università Statale di Torino che, negli anni Novanta, scoprì sorprendenti analogie fra il DNA etrusco e quello dei murlesi.

Durante la tre giorni ci sarà spazio anche per la musica, con l’incontro fra generi antichi e più contemporanei, e per il buon cibo. Venerdì 22 luglio, alle ore 20, si terrà la Cena Etrusca a cura del Ristorante ‘Libridinoso’ (prenotazioni al numero 0577-814099), mentre sabato 23 e domenica 24 luglio sarà attivo il punto ristoro con sapori tipici del territorio e piatti preparati dalle associazioni locali. Non mancherà, infine, un omaggio a Dante Alighieri, con un viaggio letterario-teatrale nel Canto XIX del Purgatorio nell’ambito del progetto “Dell’Arte Contagiosa”, dedicato alle tre Cantiche della Divina Commedia.

Informazioni. La tre giorni è organizzata dal Comune di Murlo in collaborazione con Associazione culturale Murlo, Pro Loco di Murlo, Circolo Arci di Vescovado di Murlo, Asd Vescovado e Asd La Sorba di Casciano di Murlo, con il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Siena, Unione dei Comuni della Valdimerse e Fondazione Musei Senesi.

Per conoscere il programma di BluEtrusco, è possibile visitare il sito www.comune.murlo.siena.it, nella sezione BluEtrusco 2022, seguire la Pagina Facebook BluEtrusco Murlo, il profilo Instagram BluEtrusco Murlo, contattare il numero 0577-814099 oppure inviare una mail a turismo@comune.murlo.siena.it.

Scarica qui la brochure con il programma di di BluEtrusco 2022